Chimica e materialisi concentra sullo studio dei materiali, sull’applicazione di processi chimici e sul controllo degli impianti chimici.

Percorso

Oltre a italiano, una lingua straniera, diritto, religione, scienze motorie e matematica, questo percorso di studi si focalizza sullo studio delle materie scientifiche come biologia, microbiologia, chimica analitica e strumentale, chimica organica e biochimica, tecnologie chimiche industriali, tecnologie di controllo ambientale, legislazione sanitaria e tecnologie di controllo sanitario.

Chi diventerai ?

Il Diplomato in “Chimica, materiali e biotecnologie”: ha competenze specifiche nel campo dei materiali, delle analisi strumentali chimico-biologiche, nei processi di produzione, in relazione alle esigenze delle realtà territoriali, negli ambiti chimico, merceologico, biologico, farmaceutico, tintorio e conciario

Ha competenze orientate alla gestione del ciclo di vita delle applicazioni. Possiede un’elevata conoscenza dell’inglese tecnico specifico del settore per interloquire in un ambito professionale caratterizzato da forte internazionalizzazione.

Clicca sulla video camera per guardare il video integrale

Cosa potrai fare in futuro

Potrai trovare lavoro come:

  • Operatore chimico-industriali
  • Tecnico in laboratori di analisi chimiche, cliniche e microbiologiche
  • Responsabile della sicurezza dell’ambiente e sul posto di lavoro
  • polizia scientifica
  • NAS Carabinieri
  • tecnico di controllo della qualità nelle industrie e nei laboratori
  • libero professionista
  • insegnante tecnico pratico nei laboratori degli Istituti di Istruzione Tecnica
  • impiegato in Enti territoriali (ARPA, ASL, UFFICIO IGIENE)

Oppure potrai iscriverti a tutte le facoltà universitarie, ma il percorso di studi prepara soprattutto ad affrontare corsi di laurea nelle materie scientifiche (per esempio chimica, professioni sanitarie,medicina)


Chemic@lminds: didattica laboratoriale innovativa

Nel triennio dell'articolazione di Chimica e Materiali è stata inserita un'unità didattica sulla chimica forense che consente agli insegnanti di cambiare lo schema dell’interazione in classe.

Spiegare le reazioni chimiche coinvolte in queste analisi appassiona gli studenti portandoli a comprendere l’importanza delle cognizioni studiate e le loro implicazioni.

Clicca sulla video camera per guardare il video integrale

Clicca sulla video camera per guardare il video integrale

La magia della chimica

L’obiettivo di questa attività è quello di avvicinare i ragazzi al colorato e affascinante mondo della chimica utilizzando soprattutto prodotti di uso comune presenti nella nostra casa. La chimica è molto più vicina a noi di quanto pensiamo.


DISCIPLINA ORE SETTIMANALI
1° biennio 2° biennio 5° anno
Secondo biennio e quinto anno costituiscono un percorso formativo unitario
1° Anno 2° Anno 3° Anno 4° Anno 5° Anno
Lingua e letteratura italiana 4 4 4 4 4
Lingua inglese 3 3 3 3 3
Storia 2 2 2 2 2
Matematica 4 4 3 3 3
Diritto ed economia 2 2
Geografia 1
Scienze integrate (Biologia) 2
Scienze integrate (Fisica) 3 (1*) 3 (1*)
Scienze integrate (Chimica) 3 (1*) 3 (1*)
Scienze integrate (Scienze della terra) 2
Tecnologie e tecniche di rappresentazione grafica 3(1*) 3(1*)
Tecnologie informatiche 3(2*)
Scienze e tecnologie applicate 3
Scienze motorie e sportive 2 2 2 2 2
Complementi di matematica 1 1
Chimica analitica e strumentale 7 (5*) 6 (4*) 8 (6*)
Chimica organica e biochimica 5 (2*) 5 (3*) 3 (2*)
Tecnologie chimiche industriali 4 (1*) 5 (2*) 6 (2*)
Religione cattolica ed attività alternative 1 1 1 1 1
di cui di laboratorio 5 3 17* 10*
Totali ore settimanali 33 32 32 32 32

Piano di studi

Nell’articolazione “Chimica e Materiali”, vengono identificate, acquisite e approfondite le competenze relative alle metodiche per la preparazione e per la caratterizzazione dei sistemi chimici e all’elaborazione, realizzazione e controllo di progetti chimici e biotecnologici nelle attività di laboratorio e alla progettazione, gestione e controllo di impianti chimici. Il diplomato dovrà avere competenze che vanno ben oltre il semplice uso della strumentazione. Il diplomato è in grado di servirsi di tutte le apparecchiature, ha le competenze per l’ottimizzazione delle prestazioni delle stesse macchine, possiede le abilità di utilizzazione di tutti i software applicativi, nel pieno rispetto delle normative sulla protezione ambientale e sulla sicurezza degli ambienti di vita e di lavoro.